Avvocato e procuratore – Norme deontologiche – Principi generali – Dovere di lealtà e correttezza – Rapporti con il Consiglio dell’Ordine e la Cassa Nazionale Assistenza e Previdenza Avvocati e Procuratori – Omesso inoltro di dichiarazione di non trovarsi in ipotesi di incompatibilità – Omesso inoltro alla Cassa Nazionale Assistenza e Previdenza Avvocati e Procuratori del mod. 5 – Illeciti disciplinari – Avvertimento – Attenuanti.

L’obbligo di presentare al Consiglio dell’Ordine di appartenenza la dichiarazione di non trovarsi in condizioni di incompatibilità di cui all’art. 3 della legge professionale, a quello di inviare annualmente alla Cassa di Previdenza avvocati e procuratori il mod. 5, indipendentemente dal conseguimento d’un reddito professionale, discendendo da precise disposizioni di legge. (Nella fattispecie al responsabile […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Procedimento disciplinare – Delibera del Consiglio dell’Ordine – Impugnazione avanti il Consiglio nazionale forense – Scadenza del termine per l’impugnazione – Inammissibilità.

È tardivo e quindi va dichiarato inammissibile il ricorso al Consiglio nazionale forense avverso una delibera del Consiglio dell’Ordine presentato oltre venti giorni dopo la notifica della delibera impugnata. (Dichiara inammissibile ricorso contro decisione Consiglio Ordine Roma, 18 novembre 1989). Consiglio Nazionale Forense (pres. Cagnani, rel. Cagnani), sentenza del 27 dicembre 1990, n. 136

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Procedimento disciplinare – Delibera del Consiglio dell’Ordine – Impugnazione avanti il Consiglio nazionale forense – Scadenza del termine per l’impugnazione – Inammissibilità.

È tardivo e quindi va dichiarato inammissibile il ricorso al Consiglio nazionale forense avverso una delibera del Consiglio dell’Ordine presentato oltre venti giorni dopo la notifica della delibera impugnata. (Dichiara inammissibile ricorso contro decisione Consiglio Ordine Roma, 23 novembre 1989). Consiglio Nazionale Forense (pres. Grande Stevens, rel. Scassellati Sforzolini), sentenza del 27 dicembre 1990, n. […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Procedimento disciplinare – Ricusazione – Dei soli singoli consiglieri e non dell’intero Consiglio dell’Ordine quale organo giudicante.

L’istituto dell’astensione può interessare la persona fisica dei singoli consiglieri e non il Consiglio dell’Ordine quale organo innanzi al quale pende il procedimento. (Decide conflitto di competenza sollevato dal Consiglio Ordine Roma, 21 dicembre 1989). Consiglio Nazionale Forense (pres. Cagnani, rel. Ricciardi), sentenza del 27 dicembre 1990, n. 134

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Procedimento disciplinare – Ricusazione – Presunta imparzialità del giudice per motivi che attengono esclusivamente allo svolgimento dell’attività istituzionale – Inammissibilità.

Una presunta parzialità del consigliere dell’Ordine chiamato a far parte del collegio giudicante in procedimento disciplinare per ragioni che attengano esclusivamente allo svolgimento dell’attività istituzionale non costituisce motivo per la ricusazione e, quindi, per l’astensione. (Decide conflitto di competenza sollevato dal Consiglio Ordine Roma, 21 dicembre 1989). Consiglio Nazionale Forense (pres. Cagnani, rel. Ricciardi), sentenza […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Norme deontologiche – Principi generali – Dovere di lealtà, correttezza e solidarietà – Rapporti con la Cassa Nazionale Assistenza Previdenza Avvocati e Procuratori – Omesso inoltro di comunicazione ai sensi dell’art. 17 della legge 20 settembre 1980, n. 576 – Illecito deontologico – Sospensione – Attenuante.

Il professionista che abbia omesso di inviare alla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Avvocati e Procuratori le comunicazioni previste dall’art. 17 della legge 20 settembre 1980, n. 576 per alcuni anni viola gli obblighi di lealtà, correttezza e solidarietà propri del professionista forense. (Nella fattispecie, in considerazione dell’assenza di precedenti disciplinari, la sanzione è […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Procedimento disciplinare – Ricusazione – Dei soli singoli consiglieri e non dell’intero Consiglio dell’Ordine quale organo giudicante.

L’istituto dell’astensione può interessare la persona fisica dei singoli consiglieri e non il Consiglio dell’Ordine quale organo innanzi al quale pende il procedimento. (Decide conflitto di competenza sollevato dal Consiglio Ordine Roma, 7 dicembre 1989). Consiglio Nazionale Forense (pres. Cagnani, rel. Ricciardi), sentenza del 27 dicembre 1990, n. 132

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Procedimento disciplinare – Ricusazione – Presunta imparzialità del giudice per motivi che attengono esclusivamente allo svolgimento dell’attività istituzionale – Inammissibilità.

Una presunta parzialità del consigliere dell’Ordine chiamato a far parte del collegio giudicante in procedimento disciplinare, per ragioni che attengano esclusivamente allo svolgimento dell’attività istituzionale, non costituisce motivo per la ricusazione e, quindi, per l’astensione. (Decide conflitto di competenza sollevato dal Consiglio Ordine Roma, 7 dicembre 1989). Consiglio Nazionale Forense (pres. Cagnani, rel. Ricciardi), sentenza […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Procedimento disciplinare – Delibera del Consiglio dell’Ordine – Impugnazione avanti il Consiglio nazionale forense – Scadenza del termine per l’impugnazione – Inammissibilità.

È tardivo e quindi va dichiarato inammissibile il ricorso al Consiglio nazionale forense avverso una delibera del Consiglio dell’Ordine presentato oltre venti giorni dopo la notifica della delibera impugnata. (Rigetta ricorso contro decisione Consiglio Ordine Roma, 4 novembre 1989). Consiglio Nazionale Forense (pres. Grande Stevens, rel. Pisapia), sentenza del 27 dicembre 1990, n. 131

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Tenuta Albi – Elenco speciale annesso all’Albo – Delibera del Consiglio dell’Ordine – Impugnazione al Consiglio nazionale forense – Scadenza del termine, difetto di legittimazione attiva e deposito del ricorso direttamente presso la Segreteria del Consiglio nazionale forense – Inammissibilità.

È inammissibile il ricorso al Consiglio nazionale forense per impugnazione di una delibera del Consiglio dell’Ordine proposto da persona diversa da quelle aventi legittimazione attiva per legge. (Nella specie il ricorso era anche fuori dei termini di legge ed era stato depositato inammissibilmente presso la Segreteria del Consiglio nazionale forense). (Dichiara inammissibile ricorso contro decisione […]

Read More &#8594