Avvocato e procuratore – Procedimento disciplinare – Procedimento dinanzi al Consiglio nazionale forense – Norme applicabili.

Al procedimento disciplinare dinanzi al Consiglio nazionale forense (come in quello dinanzi ai consigli locali), in caso di mancata regolamentazione deve farsi riferimento, per analogia, alle norme del codice di procedura civile, in quanto applicabili (art. 67, r.d. n. 37/1934), salvo che disposizioni dell’ordinamento professionale non richiamino specificamente quelle del codice di procedura penale. (Dichiara […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Norme deontologiche – Principi generali – Esercizio della professione dopo il superamento dell’esame ma prima di essere stato regolarmente iscritto all’albo – Illecito disciplinare – Sussiste.

Viola i doveri di dignità professionale e va punito con la sospensione di due mesi dall’esercizio della professione, il procuratore legale che, dopo il superamento dell’esame, ma prima dell’iscrizione all’albo, si costituisca difensore di una parte in giudizio e si faccia sostituire in udienza da un collega, sia pure con il solo incarico di chiedere […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Tenuta albi – Iscrizione albo speciale – Ricercatore non confermato – Diritto – Sussiste.

Al ricercatore universitario, prima di essere confermato, viene applicato ope legis il regime del tempo pieno; ne consegue il diritto, per chi si trova in tale posizione, di essere iscritto nel registro speciale dei docenti universitari. (Accoglie ricorso avverso decisione del C.d.O. di Forlì del 23 aprile 1993). Consiglio Nazionale Forense (pres. Ricciardi, rel. Panuccio), […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Norme deontologiche – Principi generali – Rapporti con il consiglio dell’ordine – Mancata ottemperanza a una richiesta di chiarimenti – Illecito disciplinare – Sussiste.

Qualora il consiglio dell’ordine, prima dell’apertura di un procedimento disciplinare a carico di un proprio iscritto, inviti il medesimo a fornire chiarimenti circa determinati fatti, la mancata ottemperanza del professionista configura illecito disciplinare, perché integra un comportamento non giustificato da esigenze di difesa e contrario alla regola che impone al professionista il rispetto di disposizioni […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Norme deontologiche – Rapporti con la parte assistita – Ritenzione di somme di spettanza del cliente – Violazione – Sussiste.

L’appropriazione di somme del cliente da parte del legale che non adempia, malgrado insistenti richieste, alla restituzione della somma, pur avendo da tempo ricevuto l’importo, costituisce illecito disciplinare, concretando un comportamento contrario alla dignità professionale e al decoro. (Accoglie ricorso avverso decisione del C.d.O. di Lucera del 9 ottobre 1993). Consiglio Nazionale Forense (pres. f.f. […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Norme deontologiche – Rapporti con i colleghi – Dovere di verità e lealtà.

È indiscutibile che un collega debba fare conto su quanto un altro avvocato affermi di avere personalmente compiuto e che – come accaduto nel caso di specie – un professionista non possa fare affermazioni contrarie al vero per ciò che riguarda i propri comportamenti, senza incorrere in una violazione censurabile sotto il profilo disciplinare. (Rigetta […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Norme deontologiche – Rapporti con la parte assistita – Deposito tardivo di un atto – Violazione – Sussiste.

Viola il dovere di lealtà, decoro, dignità e onestà imposto dalla legge e dal comportamento professionale, compromettendo la propria reputazione e quella dell’ordine forense, l’avvocato che abbia fatto trascorrere i termini per la presentazione di determinati atti. (Accoglie parzialmente ricorso avverso decisione del C.d.O. di Roma del 15 maggio 1990). Consiglio Nazionale Forense (pres. f.f. […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Tenuta albi – Praticante procuratore legale – Abilitazione al patrocinio davanti alle preture – Durata.

Il periodo non superiore a sei anni – per il quale può essere concessa l’autorizzazione provvisoria all’esercizio del patrocinio – inizia a decorrere dal primo giorno del secondo anno successivo all’iscrizione dell’interessato nel registro dei praticanti. (Rigetta ricorso avverso decisione del C.d.O. di Lucca del 24 settembre 1993). Consiglio Nazionale Forense (pres. f.f. Cagnani, rel. […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Tenuta albi – Praticante procuratore legale – Abilitazione al patrocinio davanti alle preture.

La ratio cui è ispirata la concessione dell’abilitazione del patrocinio davanti alle preture non è quella di abilitare il praticante alla libera professione forense (attività accessibile soltanto a coloro che abbiano superato l’esame di procuratore legale), bensì e più precisamente quella di consentire a coloro che intendono intraprendere la professione legale il raggiungimento di una […]

Read More &#8594

Avvocato e procuratore – Norme deontologiche – Rapporti con la parte assistita – Obblighi di dissuasione dell’avvocato nei confronti del cliente – Illecito disciplinare.

È compito del buon avvocato fare presente al cliente le ragioni che possono sconsigliare determinati atteggiamenti e prese di posizione, anche se non gli compete di interferire nelle decisioni che i clienti ritengano di dover prendere. (Nella specie dall’avvocato è stato richiesto di autenticare, pur non essendovi tenuto, la firma di una cliente posta in […]

Read More &#8594