L’indebito trattenimento di somme erogate dalla controparte al professionista in favore del cliente in esecuzione di un accordo transattivo

L’avvocato è tenuto a mettere immediatamente a disposizione della parte assistita le somme riscosse per conto di questa: soltanto la prova del valido (rectius, specifico e dettagliato) consenso prestato dal cliente può costituire ipotesi di lecita compensazione, che peraltro non esonera il professionista dall’obbligo di rendiconto.

Consiglio Nazionale Forense (pres. f.f. Corona, rel. Bertollini), sentenza n. 98 del 13 giugno 2022

Classificazione

- Decisione: Consiglio Nazionale Forense, sentenza n. 98 del 13 Giugno 2022 (respinge) (sospensione)
- Consiglio territoriale: CDD Venezia, delibera del 08 Giugno 2018 (sospensione)
Giurisprudenza CNF

Related Articles

0 Comment