Chi subentra nella difesa, anche se stragiudiziale, deve subito avvisare il collega sostituito

L’avvocato che subentri ad un collega nell’assistenza, anche stragiudiziale, ha l’obbligo (derivante dai doveri di correttezza e lealtà) di rendere nota, con sollecitudine, anche per le vie brevi, la propria nomina al collega sostituito.

Consiglio Nazionale Forense (pres. Masi, rel. Napoli), sentenza n. 79 del 1° giugno 2022

Classificazione

- Decisione: Consiglio Nazionale Forense, sentenza n. 79 del 01 Giugno 2022 (respinge) (avvertimento)
- Consiglio territoriale: CDD Bologna, delibera n. 51 del 20 Ottobre 2017 (avvertimento)
Giurisprudenza CNF

Related Articles

0 Comment