Il COA di Roma formula quesito in merito al presunto contrasto tra la sentenza n. 202/2018 del Consiglio nazionale forense e il parere n. 103/2016.

Ai fini di rispondere al quesito, è sufficiente sottolineare la differenza tra le due fattispecie oggetto della sentenza e, per converso, del parere. Da un lato, infatti, il parere attiene alla possibilità di iscrivere nella sezione speciale avvocati stabiliti il dipendente pubblico che dichiari, in sede di domanda di iscrizione nella sezione speciale, di agire […]

Read More &#8594

Il COA di Nuoro chiede di sapere se “allorquando per la partecipazione ad un pubblico concorso sia prevista l’iscrizione «all’albo professionale degli avvocati, per almeno due anni consecutivi, senza essere incorso in sanzioni disciplinari», il requisito medesimo possa intendersi soddisfatto dall’iscrizione, per il medesimo lasso temporale, nell’Albo degli avvocati stabiliti e se, pertanto, limitatamente al profilo riguardato, possa ritenersi sussistere una equiparazione tra le due iscrizioni”.

Gli avvocati stabiliti sono iscritti, come noto, in una apposita “sezione speciale”, contenuta nell’albo professionale degli avvocati. L’iscrizione nella sezione speciale produce effetti diversi rispetto all’iscrizione nella sezione ordinaria dell’albo, sia all’interno dell’ordinamento professionale forense che in relazione al tipo di attività professionale che può essere esercitata: infatti, a conferma di ciò, è pacifico che […]

Read More &#8594

Il COA di Roma chiede di sapere se possa essere iscritto nell’Albo degli Avvocati, ai sensi dell’articolo 2, comma 2, lett. b) della legge n. 247/12 un professore universitario in materie giuridiche che svolge tale attività presso una università straniera.

L’eccezionale possibilità di iscrivere nell’Albo il docente universitario in materie giuridiche si lega alla presunzione ope legis di una particolare conoscenza del diritto italiano, tale da consentire di derogare al requisito ordinario consistente nel superamento dell’esame di Stato. Pacifico, dunque, che l’insegnamento debba essere esercitato presso Università italiane. In tal senso milita – accanto al […]

Read More &#8594

Il Console onorario della Repubblica italiana in Tanzania chiede di sapere se possa ritenersi esonerato dall’acquisizione dei crediti formativi l’avvocato che svolga le funzioni di Console onorario – Capo delegazione.

I casi di esonero – totale o parziale – o esenzione dall’acquisizione di crediti formativi sono tassativamente previsti dall’articolo 15 del Regolamento CNF n. 6/2014. In assenza della espressa previsione dello svolgimento di funzioni di console onorario quale causa di esenzione, l’unico caso che potrebbe – in ipotesi – attagliarsi al caso in esame è […]

Read More &#8594

Il COA di Barcellona P.G. formula quesito in materia deontologica, chiedendo di sapere se incorra in violazione deontologica l’avvocato che produca in un processo penale corrispondenza intercorsa con un proprio ex-cliente, al fine di minare la credibilità di quest’ultimo e in tal modo esercitando il diritto-dovere di difendere un suo attuale cliente.

Viene anzitutto in rilievo, ai fini della risposta al quesito, la previsione generale di cui all’articolo 13 del Codice deontologico, che impone all’avvocato la “rigorosa osservanza del segreto professionale e al massimo riserbo su fatti e circostanze in qualsiasi modo apprese nell’attività di rappresentanza e assistenza in giudizio, nonché nello svolgimento dell’attività di consulenza legale […]

Read More &#8594

Il COA di Piacenza chiede di sapere se sia possibile procedere alla cancellazione d’ufficio di un praticante abilitato al patrocinio sostitutivo, per intervenuta scadenza dei termini, nonostante il medesimo sia stato sospeso per mancato pagamento dei contributi ai sensi dell’art. 6 del Reg. CNF n. 3/2013, con conseguente invio degli atti al CDD che, tuttavia, non ha approvato il capo di incolpazione.

L’operatività del divieto di cancellazione dell’iscritto in pendenza di procedimento disciplinare ha conosciuto, nel tempo, alcuni temperamenti, espressi da un ormai consolidato orientamento della giurisprudenza domestica: “Il divieto di cancellazione dall’albo, elenco o registro forense dell’iscritto che sia sottoposto a procedimento disciplinare (artt. 17, co. 16, e 53 L. n. 247/2012, già art. 37, penultimo […]

Read More &#8594

Il COA di Latina formula quesito in merito alla compatibilità tra svolgimento del tirocinio per l’accesso alla professione e lavoro subordinato, nel caso di un sottufficiale dell’Aeronautica militare.

Per la risposta al quesito in oggetto, vengono in rilievo due consolidati orientamenti. Anzitutto, quello secondo cui è consentito al praticante lo svolgimento di attività di lavoro subordinato (cfr. ex multis parere n. 14/2017).  Allo stesso tempo però, trattandosi di sottufficiale dell’Aeronautica, viene in rilievo l’orientamento che esclude che appartenenti alle forze armate possano svolgere la […]

Read More &#8594

Il COA di Arezzo chiede di sapere se l’obbligo di comunicazione del domicilio digitale – previsto dall’articolo 16 del d. lgs. n. 185/2008 (come modificato da ultimo dall’art. dall’articolo 37, comma 1, lettera d), numeri 1), 2) e 3) del D.L. 16 luglio 2020, n. 76) per i “professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato” – sia esteso anche ai praticanti semplici o abilitati al patrocinio sostitutivo e alle associazioni professionali.

Per la risposta al quesito soccorre, anzitutto, l’interpretazione letterale della disposizione richiamata: essa, per un verso, fa riferimento ai “professionisti” – ossia a soggetti che svolgano l’attività professionale – e, d’altra parte, all’iscrizione in “albi ed elenchi”. Il dato letterale consente così di escludere, anzitutto, i praticanti e i praticanti abilitati al patrocinio sostitutivo: entrambe […]

Read More &#8594

Il COA di Vicenza chiede di sapere se possa rimanere iscritto nell’Elenco speciale l’avvocato dipendente di ente pubblico che assuma temporaneamente l’incarico di dirigere l’ufficio legale di altro ente territoriale.

L’articolo 23 della legge n. 247/12 dispone, tra l’altro, che requisito per l’iscrizione nell’Elenco speciale sia la trattazione stabile ed esclusiva degli affari dell’ente e che dalla delibera dell’ente “risulti la stabile costituzione di un ufficio legale con specifica attribuzione della trattazione degli affari legali dell’ente stesso e l’appartenenza a tale ufficio del professionista incaricato […]

Read More &#8594

Il COA di Locri chiede chiarimenti in merito all’incompatibilità tra iscrizione nell’Albo degli Avvocati e insegnamento di materie non giuridiche in istituti di istruzione e ricerca diversi da quelli tassativamente elencati all’articolo 19 della legge n. 247/12, con particolare riferimento a soggetti iscritti nell’Albo prima dell’entrata in vigore della suddetta legge.

Il quesito ricostruisce con precisione le norme del vigente ordinamento forense relative alla questione in oggetto, chiarendo che, in base all’art. 19, la professione è compatibile con l’insegnamento (o la ricerca) di materie giuridiche nelle università e nelle scuole secondarie, oltre che negli enti di ricerca. Viene poi riportata una recente pronuncia della Corte di […]

Read More &#8594