Il CDD di Catanzaro formula quesito relativo alle modalità di indizione delle elezioni suppletive in caso di dimissioni di componenti del CDD e in assenza di soggetti non eletti in favore dei quali disporre il subingresso.

In assenza di previsione espressa, deve applicarsi, in via analogica, la disciplina dettata per l’elezione del CDD dal reg.to n. 1/2014 che, agli artt. 5, 6 ed 11, prevede la competenza del Presidente del COA distrettuale per gli adempimenti elettorali. Ciò anche attesa l’evidente coerenza logica con il fatto che si provveda ad integrare un organo a competenza distrettuale.

Consiglio nazionale forense, parere del 12 luglio 2019, n. 25

Classificazione

- Decisione: Consiglio Nazionale Forense, parere n. 25 del 12 Luglio 2019
- Consiglio territoriale: CDD Catanzaro, delibera (quesito)
Giurisprudenza CNF

Related Articles

0 Comment