Istanza di iscrizione all’albo e falsa attestazione di non aver ricevuto condanne penale: irrilevante che il reato fosse estinto

Pone in essere un comportamento deontologicamente rilevante l’avvocato che chieda l’iscrizione all’albo ad un consiglio dell’ordine tacendo di una precedente condanna penale, a nulla rilevando che il reato fosse estinto, giacché la dichiarazione che deve fare l’istante è di non aver subito condanne penali, a nulla rilevando una causa estintiva successiva alla condanna e verificatasi […]

Read More &#8594

Avvocato – Tenuta albi – Iscrizione – Requisiti – Condotta irreprensibile (già specchiatissima ed illibata) – Falsa dichiarazione in sede di iscrizione all’albo.

Escludono la sussistenza della condotta irreprensibile (già specchiatissima ed illibata), presupposto soggettivo necessario per ottenere l’iscrizione nel Registro Speciale dei Praticanti Avvocati, ai sensi dell’art. 17 L. n. 247/2012 (già 17 del R.D.L. n. 1578/1933), i comportamenti non conformi alla disciplina positiva o alle regole deontologiche della professione forense (per la loro natura, la non […]

Read More &#8594

DIVIETO DI ACCAPARRAMENTO DI CLIENTELA – VIOLAZIONE DEL DOVERE DI PROBITÀ, DIGNITÀ , DECORO ED INDIPENDENZA – SUSSISTENZA

Viola il divieto di accaparramento di clientela nonché i doveri di dignità e decoro della professione l’Avvocato che assume incarichi per il tramite di un procacciatore e costituisce aggravante il fatto di ottenere, suo tramite, il rilascio da parte del cliente di un mandato in bianco dietro promessa, a quest’ultimo, di un compenso.(Nel caso di […]

Read More &#8594

Procedimenti amministrativi dinanzi al consiglio dell’ordine: l’attività istruttoria ben puà essere delegata ad un consigliere, che può svolgerla nei termini che ritenga più idonei

È lasciato alla libertà del consiglio dell’ordine svolgere la preistruttoria nei termini che esso ritenga idonei, delegando o meno le indagini preliminari ad un consigliere, essendo essenziale che l’interessato sia convocato e che sia sentito per chiarimenti sulle circostanze che ad esso vengono addebitate e che possa svolgere pienamente e sin dall’inizio la propria difesa. […]

Read More &#8594

Avvocato – Tenuta albi – Cancellazione dall’albo per incompatibilità – Notifica del provvedimento – Copia contenente generico riferimento all’unanimità dei consiglieri – Validità della delibera – Sussiste.

È valido il provvedimento di cancellazione dall’albo per incompatibilità anche se la copia notificata al professionista contenga solo un generico riferimento all’unanimità della decisione adottata, perché ciò che rileva giuridicamente è che la decisione sia adottata con il numero minimo di consiglieri previsti ex lege, e tale numero sia rilevabile dalle presenze certificate nei verbali […]

Read More &#8594

Delibera di COA e CDD: in mancanza di unanimità, non è necessaria la verbalizzazione analitica dei voti espressi

Le deliberazioni dei Consigli territoriali non necessitano di esplicitazione del numero dei votanti che hanno formato la maggioranza, con la dichiarazione della singola dichiarazione di voto, essendo sufficiente che nella verbalizzazione sia stato registrato il risultato della deliberazione, consentendo il controllo della regolarità della votazione medesima. Consiglio Nazionale Forense (pres. Masi, rel. Standoli), sentenza n. […]

Read More &#8594

Avvocati stabiliti: vietato usare la dicitura “studio legale” nella propria carta intestata

Costituisce illecito disciplinare il comportamento dell’abogado che usi nella carta intestata della propria corrispondenza la dicitura “Studio Legale” omettendo il doveroso riferimento al titolo di origine nella lingua dello Stato membro di provenienza (art. 7 D.lgs. n. 96/2001), così ingenerando equivoci e confusione in relazione al possesso di un titolo abilitativo (quello di avvocato) non […]

Read More &#8594

Avvocati stabiliti: i presupposti per la dispensa dalla prova attitudinale

Al fine di conseguire la dispensa dalla prova attitudinale, l’esercizio della professione forense da parte dell’avvocato stabilito deve essere: a) di durata non inferiore a tre anni scomputando gli eventuali periodi di sospensione; b) effettivo e quindi non formale o addirittura fittizio; c) regolare e quindi nel rispetto della legge forense e del codice deontologico; […]

Read More &#8594